Il Sito di Daniele Dattola

SAMO (PRECACORE E LE ACQUE DI PIZZICA)

 

187_800x600

 

 

 

L’1.6.2013 mi sono recato, con un amico carissimo, in una località  che avevo da tempo programmato di visitare, Samo e parte del suo territorio. Questa cittadina si trova nel versante orientale dell’Aspromonte, confina con Africo, San Luca, S. Agata del Bianco ed è posta a 270 mt. dal livello del mare. Intorno ad essa scorrono il torrente S. Caterina e la famosa fiumara La Verde. Si arriva dalla SS. 106. I cittadini Samesi, hanno origini greche, infatti il paese fu costituito da profughi greci  provenienti dalla città di Samo. Samo fu fondata nel 492 a. C. e conta circa 800 abitanti. I Greci una volta sbarcati in Calabria, risalirono il torrente La Verde e fondarono Samo una colonia dotata di flotta navale, con la quale tenevano i collegamenti con la Grecia, esportando i prodotti della nostra terra, tra cui la pregiata ceramica. Successivamente fornivano a Genova il legname, ricco di resina della località Ferraina. A causa delle incursioni saracene e barbaresche, gli abitanti del luogo si spostarono nel vicino monte di Palecastro che per i frequenti eventi sismici che si avevano in Calabria fu chiamato Crepacore, dopo modificato in monte Precacore. Dopo alterne vicende a causa dei forti terremoti del 1783 e 1908  gli abitanti furono costretti a spostarsi nell’attuale località dove sorge Samo.

Sul nome Crepacuore la tradizione vuole che fu il tragico grido di una donna che a causa di un terremoto perse i suoi cari, credo che dopo aver fatto quella salita in pieno sole ho capito perché l’hanno chiamato cosi. Intorno al 1496 vi fu la baronia dei Marullo fino al 1554 data in cui i Marullo per debiti la vendettero a Umberto Squarciafico di Genova, il cui figlio Stefano nel 1565 la rivendette di nuovo ai Marullo. Nel 1588 la Baronia fu venduta ai Tranfo, principi di Cosoleto, e nel 1743 ai De Franco che mantennero la proprietà fino all’abolizione della feudalità nel 1806.

Pare che Samo ha dato i natali a Pitagora.

In questo mio percorso voglio sottolineare di più l’aspetto storico-geografico del luogo quindi mi sono recato subito dopo aver attraversato la cittadina di Samo, (sosta nel forno del paese), nella località Fonte della Rocca

037_800x600

 

 

038_800x600

 

 

042_450x600

 

e sono salito verso il centro Precacore.

040_800x600

 

 

044_800x600

Durante la salita lungo l’antica via per raggiungere il paese, ci sono una serie di nicchie con sculture votive su marmo, la cosa che colpisce di più oltre la ripida salita è il silenzio del luogo e la pulizia i viali sono perfettamente puliti, molto curati,

034_800x600

 

 

046_450x600 050_800x600

 

 

052_800x600

 

 

054_800x600

 

 

057_800x600

 

 

058_800x600 060_450x600

 

 

062_800x600

 

 

061_450x600

 

067_800x600

 

 

069_800x600

ecco le foto del vecchio Borgo

072_800x600

 

 

074_800x600

(Samo visto dall’alto)

 

 

075_800x600

 

 

 

076_800x600

 

 

 

078_800x600

 

 

080_450x600 082_450x600

 

 

083_450x600 088_450x600

 

 

087_800x600

 

 

089_450x600 090_450x600

 

 

 

092_450x600 094_450x600

 

 

 

093_450x600 096_450x600

 

 

098_800x600

 

 

 

099_800x600

 

 

 

101_800x600

 

 

 

102_800x600

 

 

 

106_800x600

 

 

 

107_800x600

 

 

 

109_800x600

 

 

 

111_800x600

 

 

 

118_800x600

 

 

 

117_450x600 119_450x600

 

 

 

125_800x600

 

 

 

127_800x600

(Altare dedicato a S. Giovanni Battista della Rocca patrono di Samo)

 

 

 

130_800x600 128_800x600

 

 

 

131_800x600

 

 

 

 

132_450x600 129_450x600

 

 

140_800x600

 

 

 

 

 

138_450x600

 

152_800x600

 

 

147_450x600

( si vedono ancora disegni molto antichi sui muri)

 

 

151_800x600

(cunicolo al centro della chiesa)

 

 

149_450x600 144_450x600

 

 

155_800x600

 

 

 

154_450x600 156_450x600

 

 

 

158_800x600

 

 

 

159_800x600

 

 

 

163_800x600

(Chiesa di S. Sebastiano)

 

162_450x600 160_450x600

 

 

167_450x600 168_450x600

 

 

184_800x600

 

 

 

185_800x600

 

 

 

187_800x600

(Ruderi Precacore nella parte più alta e la cittadina di Samo in basso)

 

 

193_800x600

(In fondo la fiumara La Verde)

 

 

196_800x600

 

 

200_450x600 201_800x600

 

 

 

202_800x600

Evidenzio la ricchezza di acque sorgive di particolare qualità. Mi sono recato infatti in località Pizzica dove sgorgano varie fonti di acqua rinomate per gli effetti benefici sulle calcolosi ed altre patologie, ecco le foto

017_800x600

 

 

018_800x600

 

 

 

022_800x600

 

 

024_450x600 027_450x600

 

 

Immagine 055_452x600

(Guardate il solco che ha creato l’acqua scorrendo sulla roccia)

 

 

Immagine 057_452x600 Immagine 060_452x600 Immagine 061_452x600

 

 

Immagine 101_797x600

 

Un sito interessante riguardante Samo è TUTTOSAMO.IT dove potete approfondire ancora di più la storia e la bellezza di questo luogo.

 

Samo, li 1.6.13

 

daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *