Il Sito di Daniele Dattola

RC Stefania Craxi in: “Bettino Craxi La Notte di Sigonella”

Reggio Calabria, 11.3.2016, alle ore 17,30 si è tenuto presso il Salone delle conferenze della provincia, la presentazione di un interessante Volume dal titolo: “ Bettino Craxi La Notte di Sigonella” edito da Mondadori, promosso dalla Fondazione Craxi

.

Notte di Sigonella012

con all’interno atti documentali inediti di Bettino Craxi, documentazione vari del Cesis e del Sismi, varie intercettazioni e quello che più conta ci sono 45 documenti americani, che con il tempo sono stati autorizzati alla pubblicazione e che oggi permettono di fare luce su una delle pagine più ingarbugliate della storia italiana. All’inizio della presentazione del libro da parte del Consigliere Provinciale Pierpaolo Zavettieri,

Notte di Sigonella093

è stato proiettato un filmato documentario che ha raccolto varie testimonianze del tempo, lo stesso Craxi, Giuliano Amato, Michael Leeden e Nemer Hammad etc. Gli atti salienti di quell’evento li ripercorriamo attraverso la ricostruzione fatta nel sito della VAM

Dal Sito VAM http://www.vam-vigilanzaaeronauticamilitare.it/la_crisi_di_sigonella.html

Lunedì 7 ottobre 1985. Un commando palestinese sequestra, nelle acque territoriali egiziane, la nave da crociera italiana Achille Lauro, con 545 persone a bordo, e la dirotta verso la Siria.

Notte di Sigonella034

Martedì 8 ottobre. La Siria non permette alla nave di entrare nelle sue acque territoriali. I terroristi uccidono Leon Klinghoffer, americano di origine ebraica. Le autorità statunitensi ricevono la notizia della morte di un cittadino americano.

Mercoledì 9 ottobre. Con la mediazione dell’Olp, la nave rientra a Porto Said, in Egitto, dove gli ostaggi vengono liberati.

Giovedì 10 Ottobre. Gli Stati Uniti chiedono l’estradizione del commando palestinese al Governo egiziano.

Il Governo italiano tratta con l’Olp la consegna dei quattro dirottatori perché siano giudicati in Italia, considerato che, nel diritto nautico internazionale, una nave è territorio della bandiera che batte.

Il Governo egiziano imbarca su un aereo di bandiera, con l’intenzione di trasportarli in Tunisia i quattro dirottatori, due negoziatori palestinesi, Abu Abbas e Hani el Hassan, nominati da Arafat, un ambasciatore del governo del Cairo ed alcuni elementi del servizio di sicurezza egiziano.

Il Governo tunisino nega all’aereo il permesso di atterrare.

L’aereo viene intercettato all’altezza del Canale di Sicilia da F-14 americani e dirottato.

Il Governo americano chiede a quello italiano il permesso di farlo atterrare nella base NATO di Sigonella, in provincia di Siracusa. Il presidente del Consiglio, Bettino Craxi, concede l’autorizzazione.

Venerdì 11 Ottobre.

  1. 0,15 L’aereo atterra a Sigonella. Sulla pista, viene circondato dai soldati italiani: Vam dell’aeronautica e Carabinieri.
  2. 0,21 Atterrano due C-141 statunitensi. Scendono, armi in pugno, i militari della Delta Force americana guidati da generale Steiner. Si dirigono verso il Boeing egiziano, fermo sulla pista, e lo circondano a loro volta. Chiedono la consegna dell’aereo e di Abu Abbas, ritenuto il vero capo del commando palestinese.

 

Notte di Sigonella071

 

1. 0,45 Bettino Craxi ordina all’Ammiraglio Fulvio Martini, capo del Sismi, di assumere le operazioni militari per il rispetto della sovranità nazionale italiana. Il ragionamento non fa una piega: il delitto è avvenuto su una nave italiana e i dirottatori si trovano su territorio italiano. E’ l’Italia che deve giudicare i colpevoli. Inoltre, al momento, non esistono prove certe che Abu Abbas sia imputabile del reato

2. 1,15 Affluiscono nuovi rinforzi militari italiani alla base che circondano a loro volta la Delta Force americana. Si sfiora (?) il conflitto armato fra italiani e americani.

3.  5,30 Gli americani si ritirano. La polizia italiana arresta i 4 dirottatori.

Tarda mattinata. L’Ammiraglio Martini arriva a Sigonella. Comincia la trattativa con gli egiziani rimasti a bordo dell’aereo. Si decide di trasferire il Boeing a Ciampino. Martini chiede una scorta di aerei caccia all’aeronautica italiana.

  1. 21,30 Poco dopo essersi alzato in volo il convoglio aereo italiano, decolla da Sigonella, senza preventiva richiesta di autorizzazione, un caccia F-14 della Sesta Flotta americana che cerca di interferire con la rotta della formazione italiana, al fine di dirottare l’aereo egiziano. Non ci riesce.
  2. 23,00 Il boeing egiziano, sotto scorta dell’aeronautica italiana, atterra a Ciampino. Un secondo aereo militare americano, un T-39, dichiarando uno stato di emergenza, chiede e ottiene l’autorizzazione all’atterraggio immediato. Atterrato a sua volta, si dispone di traverso sulla pista con la chiara intenzione di impedire qualsiasi ulteriore manovra all’aereo egiziano.

L’Ammiraglio Martini fa sapere al pilota americano che ha cinque minuti di tempo per liberare la pista, dopodiché darà ordine di buttarlo fuori con i bulldozer. Ne passano solo tre: il T-39 accende i motori e riparte.

Grazie a questi fatti e ai risvolti che si trovano nel libro, fu adombrata l’ipotesi che dopo sette anni, nel 1992, a causa di quel braccio di ferro tra gli italiani e gli americani partì la vendetta della CIA contro Craxi, che sfociò nella sua accusa per i fatti di Tangentopoli e le inchieste contro il PSI.

Notte di Sigonella052

Craxi con quell’azione difese il principio di sovranità nazionale e lo fece facendo prevalere il concetto che l’Italia era una Nazione con tutti i suoi diritti e non un’italietta. Questa posizione restituì orgoglio All’Italia.

Questo episodio rimane indelebile come una storia di coraggio, di orgoglio nazionale, ma anche di umanità, coerenza e lungimiranza politica classica nei cosiddetti  uomini della prima repubblica.

Notte di Sigonella026

A discutere della questione Sigonella, la Presidente della Fondazione Craxi, Stefania Craxi, figlia di Bettino,

Notte di Sigonella262

Eduardo Lamberti  Castronuovo (Editore di Reggio TV e Assessore alla Cultura della Provincia),

Notte di Sigonella176

Paolo Pollichieni (Direttore del  Corriere della Calabria)

Notte di Sigonella195

e la Dr.ssa Romeo.

Notte di Sigonella149

I lavori sono stati introdotti dal Consigliere Provinciale Pierpaolo Zavettieri,

Notte di Sigonella128

sono stati portati i saluti ai presenti dal Consigliere Regionale Forza Italia Alessandro Nicolò.

Notte di Sigonella133

La Sala era gremita di autorità politiche, tra cui in primis l’On.le Saverio Zavettieri uno degli uomini politici più importanti del nostro panorama politico calabrese, grecanico doc,  che questa terra calabra ci ha regalato,

Notte di Sigonella009

Costantino , già Assessore Regionale,

Notte di Sigonella024

Alvaro,

Notte di Sigonella155

e tanti,  tanti altri. Una interessantissima serata che ha visto un Lamberti Castronuovo in una riflessione sintetica e piena di contenuti, Stefania Craxi, ormai ha il compito di tutelare l’immagine, la personalità e il patrimonio culturale e politico di Bettino Craxi e della storia dello stesso PSI, riproponendo la figura di Bettino, quale veramente è, un grande statista a dispetto dei pettegolezzi costruiti attorno alla sua figura.

Notte di Sigonella001

Grazie agli organizzatori per questa magnifica serata.

Guardate la galleria fotografica

Reggio Calabria, li 11.3.2016

daniele dattola

 

 

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi