Il Sito di Daniele Dattola

RC 27.3.12 “PENTEDATTILO. LE TRACCE DAL TARDO ANTICO ALL’ABBANDONO NELLE STRUTTURE SUPERSTITI DEL CASTELLO”. CONVERSAZIONE DEL DR. RICCARDO CONSOLI.

 

Martedì 27.3.2012, presso la Sala San Giorgio al Corso di Reggio Calabria, si è svolto un interessante incontro sul tema:” Pentedattilo. Le tracce dal Tardo Antico all’abbandono nelle strutture superstiti del castello”. La conversazione è stata condotta dall’Autore dell’incontro Dr. Riccardo Consoli e il tutto si è concluso con un interessante intervento del Prof. Daniele Castrizio alla presenza della Dr.ssa Borruto

 

DSCF9937_800x533

 

 

 

Il Dr. Riccardo Consoli, laureato in Archeologia Medievale,

 

DSCF9943_800x533

 

 

ha fatto un excursus degli studi da Lui condotti su Pentedattilo per stabilire  attraverso l’archeologia del sito e la sua storia a quale epoca risale

 

DSCF9940_800x533

 

 

 

L’Aula di San Giorgio al Corso era piena

 

DSCF0042_800x533

 

 

L’iter metodologico usato dal Dr. Consoli è stato quello di:

– Studiare la Storia degli studi di Pentedattilo;

– Fare una ricognizione sistematica nella rupe di Pentedattilo;

– Attuare un rilievo ed analisi tecnica delle strutture superstiti del castello con relativa interpretazione;

– Presentare il progetto di ricerca.

Il primo punto “Storia degli Studi di Pentedattilo” è stato approfondito dallo studioso:

a) con lo studio delle cronache letterarie dei “Viaggiatori Romantici” e delle loro relative illustrazioni;

 

 

DSCF9952_800x533DSCF9954_800x533

 

 

 

DSCF9955_800x533 DSCF9956_800x533

 

 

 

b) Con lo studio della rassegna degli articoli e pubblicazione delle notizie relative alla strage degli Alberti;

 

 

DSCF9957_800x533

 

 

 

c) Con lo studio degli articoli storico scientifici.

 

DSCF9958_800x533

 

 

Il secondo punto “una ricognizione sistematica nella rupe di Pentedattilo”

 

DSCF9959_800x533

 

 

 

DSCF9966_800x533

 

 

DSCF9962_800x533

DSCF9961_800x533

 

Si è parlato anche dei ritrovamenti pre e protostorici della costa jonica reggina e non poteva non emergere il nominativo del grande ricercatore Sebastiano Stranges e del Prof. Minuto.

 

DSCF9969_800x533

 

 

DSCF9972_800x533

 

 

E’ stato anche fondamentale lo studio prospettico dei resti murari e le varie stratificazioni che permettono di capire le varie epoche a cui risalgono.

 

DSCF9995_800x533

DSCF9998_800x533

 

 

DSCF0002_800x533

 

 

DSCF0003_800x533

 

 

DSCF0005_800x533

 

 

DSCF0008_800x533

 

 

 

DSCF0011_800x533

 

 

DSCF0015_800x533

 

 

DSCF0016_800x533

 

 

Il Dr. Riccardo Consoli ha concluso dicendo che dagli studi è emerso un Pentedattilo con alterne vicende, che ebbe nel passato un ruolo importantissimo, meno importante in altre epoche più recenti. Il centro sorgeva anche in epoca molto remote prima del periodo greco, il paese era attorniato da una cinta muraria, attraverso i dipinti è risalito anche al percorso delle strade. Tutti questi risultati saranno quanto prima pubblicati in un lavoro scientifico.

Dopo è intervenuto il Prof. Daniele Castrizio

 

DSCF0030_800x533

 

un breva intervento incisivo che in poche battute ha ripreso la realtà degli interventi archeologici delle università straniere, che a volte non colgono le cose vere essenziali della nostra storia.

 

DSCF0034_800x533 DSCF0039_800x533

 

Tra le cose da Lui sostenute è che il mitico castello dovrebbe essere visto in modo tridimensionale, in quanto ci troviamo difronte ad una fortificazione tra le più complesse che abbiamo, che ebbe nel passato un ruolo importante e che per questo va approfondita e studiata , c’è lavoro per tutti. anche per Lui che è uno storico archeologo che vorrebbe l’archeologia più vicina a tutti, piuttosto che relegata nei palazzi ad uso di pochi.

DSCF0025_800x533 DSCF0036_800x533

 

Dopo è intevenuto il Prof. Domenico Minuto

 

DSCF0045_800x533

 

 

DSCF0047_800x533 DSCF0037_800x533

 

 

e il presidente dell’Associazione Pro Pentedattilo Giuseppe Toscano.

 

DSCF0049_800x533

 

 

DSCF0054_800x533

 

 

Reggio Calabria, li 27.3.12

 

 

daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *