Il Sito di Daniele Dattola

PELLARO LEGA NAVALE TAVOLA ROTONDA “LA CULTURA DEL MARE”

 

 

Domenica 12 maggio presso la luminosa sede della Lega Navale Reggio Calabria Sud sul Lungomare di Pellaro si è tenuto a cura del Circolo San Giorgio del Movimento Cristiano Lavoratori un incontro

 

009_800x600 010_800x600

 

 

006_800x600

 

 

 

con la nota enogastronoma Nuccia Carmagnola,

 

014_800x600

(Nuccia Carmagnola)

 

 

 

membro FIDAPA, presidente dell’Accademia Italiana del Peperoncino della sezione di Cosenza Rende, componente dell’Accademia dei vini e della Cucina di Calabria, insignita inoltre del titolo di Timoniere d’oro del Turismo e del premio dell’Associazione Anassilaos “Mimosa d’Argento”.

La tavola rotonda ha visto la partecipata presenza di un pubblico numeroso e qualificato tra cui le rappresentanti della locale FIDAPA e di altre Associazioni Culturali ed il presidente dell’Accademia Italiana del Peperoncino di Reggio Calabria.

 

002_800x600

 

 

 

072_800x600

 

 

 

La manifestazione ha avuto inizio alle ore 18,00 e dopo i saluti del Presidente della Sezione della Lega Navale Sud Dott. Antonino Caratozzolo

 

012_800x600

 

 

 

016_450x600 017_450x600

 

 

 

l’incontro è stato moderato dalla Dott.ssa Silvana Salvaggio.

 

005_800x600

 

 

 

L’argomento ha suscitato immediatamente molto interesse in quanto l’ appassionato intervento della Dott.ssa Carmagnola ha illustrato ai presenti come le risorse del “Mare” possano essere considerate non solo un patrimonio turistico-economico ma anche una fonte di ricchezza per la corretta alimentazione e per l’utilizzo di nuove energie.

 

048_800x600

 

 

Un breve filmato sulla famosa manifestazione culinaria internazionale che ogni anno viene organizzata a Diamante, città marinara “culla del Peperoncino calabrese”, ha introdotto l’argomento più caro a Nuccia Carmagnola, il connubio fra il nostro pesce mediterraneo ed il peperoncino. La Dott.ssa Carmagnola è anche l’autrice di tre saggi di gastronomia e cultura popolare che racchiudono insolite ricette, proverbi, ma anche storia dei luoghi e delle tradizioni della nostra regione. Nuccia Carmagnola, dunque non è soltanto una gastronoma ma è soprattutto una studiosa della cultura della cucina regionale. Ha precisato infatti “La cucina racconta chi siamo, riscopre le nostre radici, si evolve con noi, ci rappresenta al di là dei confini”. Poi, durante il suo intervento ha puntualizzato “Anche attraverso la lettura di un testo, non definibile come un semplice ricettario, si può trovare lo spunto per analizzare in maniera compiuta, la vita quotidiana frenetica che orienta verso i cibi surgelati o già pronti, che guarda alla globalizzazione, sebbene siano universalmente note le parole pizza e spaghetti, esse non danno una reale tipicizzazione territoriale, la gastronomia regionale deve considerarsi come ricerca della tradizione e delle radici culturali”.

 

 

049_800x600

 

 

 

Ha aggiunto inoltre “ chi si lascia incantare dal richiamo pubblicitario dei gusti esotici molto distanti dai nostri è lontano dalla cultura della cucina come forma espressiva dell’ambiente che lo circonda”. “Stasera si è tenuto un momento di incontro che contribuisce a mantenere saldo il senso delle radici e la riscoperta delle identità. – ha concluso commossa Nuccia Carmagnola rivolgendosi all’affollata platea- L’antica tradizione è per tutti un invito a riscoprire quei valori veri che l’attuale società consumistica sembra in gran parte avere dimenticato.., così da riconquistare la credibilità e la fiducia delle giovani generazioni”.

 

073_800x600

 

 

 

022_800x600

 

 

 

068_450x600 040_450x600

 

 

034_800x600 019_450x600

 

 

 

Al termine dell’incontro On. Pasquale Tripodi Vice Presidente della I Commissione della Regione Calabria ha consegnato una targa ricordo alla gradita ospite.

 

084_800x600

 

 

 

071_800x600

 

 

 

 

079_800x600

 

 

Ci sono stati degli interventi:

 

095_800x600

 

 

 

086_800x600

 

 

 

101_800x600

 

 

 

 

103_800x600

 

 

La serata si è conclusa con la degustazione di tartine di “rosa marina” detta anche il caviale del sud ed altri prodotti tipici al peperoncino, nduja, salame piccante ecc. Il dessert è stato offerto dalla premiata ditta Colavolpe di Cosenza, che ha omaggiato i presenti con i caratteristici fagottini di fichi al cioccolato.

 

 

100_450x600 098_800x600

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pellaro, li 12.5.13                                                                                                  da Dr.ssa Silvana Salvaggio

X

daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *