Il Sito di Daniele Dattola

Melito di P.S. AIParC Territoriale Melito Area Grecanica presentazione del libro di Nicola Petrolino “L’Attesa di Telemaco”

Melito di Porto Salvo, Venerdi 5 luglio 2019, alle ore 18.30 a cura dell’AIParC Territoriale Melito Area Grecanica, si è svolta presso il Lido “El Caribe” in via Lungomare dei Mille, la presentazione del libro del Prof. Nicola Petrolino “L’Attesa di Telemaco”, Edizione del Sole.

.

.

Attesa di Telemaco-024

Nell’incantevole scenario di questo magnifico Lido, con un caldo eccessivo, i lavori sono iniziati con i Saluti  della Presidente AIParC Melito Area Grecanica Lucia Mangeruca,

Attesa di Telemaco-012

sono seguiti quelli della Presidente Nazionale AIParC Irene Tripodi.

Attesa di Telemaco-014

Alla presenza dell’Autore, che ha proiettato sull’argomento un suo video racconto,

Attesa di Telemaco-028

ha conversato con Lui la bravissima Maria Luisa Neri che è la Vice Presidente AIParC Nazionale, che è anche la Responsabile Dipartimento Cultura dell’AIParC Nazionale.

Attesa di Telemaco-027

Come sempre nel libro molte azioni si svolgono nella nostra Terra e quindi la nostra Associazione è sempre qui a proporre iniziative che mettono in rilievo la Calabria e la Sua costa Jonica.

Nicola Petrolino, come tutti sappiamo è un esperto e critico di cinema, un personaggio molto noto nel nostro territorio. Il libro  si fa leggere ed appassiona tutti, tratta di Lorenzo, Fabiano, Celeste e Rocco,  quattro giovani che cercano il padre. Allo stesso modo di Telemaco, che aspettava il ritorno di Ulisse dal mare, i quattro si mettono in viaggio alla ricerca di un padre che mostri loro il percorso per cui si diventa veramente adulti.

Attesa di Telemaco-050

Vanno da Firenze a Roma, da Torino a Locri e s’incontrano in Calabria, una regione sospesa tra l’antico e il moderno, tra degrado ambientale e criminalità, bellezze naturali e tesori artistici. Alle vicende di oggi si intreccia una storia di ieri: il mistero di una statua antica denominata, per il suo ineffabile sorriso, “Persefone Gaia”, custodita al Pergamon Museum di Berlino ma, in realtà, proveniente dalla Locride. In questo luogo, ricco di un passato carico di arte e di storia, Lorenzo, le cui avventure fanno da filo conduttore dell’intero romanzo, scoprirà le sue radici e riuscirà a guardare con occhi nuovi al suo futuro.

Dopo la presentazione del libro, è stato possibile gustare alcune  ricette, della cucina tradizionale  calabrese, Le fave a macco, la struncatura, il pesce stocco a ghiotta, citate nel libro, e preparati in modo insuperabile nello stesso lido. Complimenti quindi agli organizzatori dell’evento.

Qui di seguito la galleria fotografica dell’evento.

Melito di Porto Salvo, li 5.7.2019

daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi