Il Sito di Daniele Dattola

Melito AIParC Teritoriale Area Grecanica presentazione del volume “Il Cammino degli Eroi: da Argo a Riace”

Melito di Porto Salvo, il 12.1.2019, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze dell’ex mercato coperto, l’AIParC Territoriale di Melito, Area Grecanica, col patrocinio del Comune ha presentato il libro: “Il Cammino degli Eroi: da Argo a Riace”.

.

.

.

Cammino Eroi004

Il Libro edito dalla Società Dante Alighieri  è stato presentato dalla Presidente dell’Associazione Lucia Mangeruca che ha portato i saluti ad una sala gremita di persone ed autorità,

Cammino Eroi016

tra cui presenti:  per l’Amministrazione Comunale di Melito Maria Bruni Assessore al Bilancio, Patrimonio e Sanità; Il Sindaco di Montebello Jonico Ugo Suraci;

Cammino Eroi032

Il Sindaco di Roghudi Pierpaolo Zavettieri, ed il Sindaco di Palizzi Walter Arturo Scerbo, qui nella foto col poeta scrittore Salvino Nucera. Presente, inoltre,

Cammino Eroi140

 il VicePresidente AIParC Melito Avv. Ezio Pizzi, Presidente del Consorzio del bergamotto di RC.

Cammino Eroi029

I lavori sono stati introdotti dalla cerimoniera della serata  Caterina Capponi che è anche Presidente della Commissione Cultura della stessa Associazione.

Cammino Eroi050

E’ intervenuta, per un breve saluto, Irene Tripodi Presidente Nazionale AIParC.

Cammino Eroi023

La Serata è stata moderata, mirabilmente, dalla relatrice Maria Luisa Neri, Direttore del Dipartimento Cultura, nonchè Vice Presidente dell’AIParC Nazionale.

Cammino Eroi046

Relatori sono stati gli Autori del libro DAN FATON, il Prof. Daniele Eligio Castrizio, del Dipartimento di Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Messina,

Cammino Eroi060

uno dei maggiori studiosi dei Bronzi di Riace, con la sua  attuale teoria sull’origine e percorso fatto da questi due capolavori bronzei, “Teoria delle teorie” che per la sua veridicità sta accogliendo consensi a livello internazionale, una delle ipotesi migliore, suffragata da importanti riferimenti storici.

Il Prof. Fabio Cuzzola, storico.

Cammino Eroi105

Assente, per motivi di Salute, il Prof. Tonino Perna, già Ordinario di Sociologia economica.

Cammino degli Eroi043

La serata è stata interessante sotto tutti i punti di vista per la professionalità dei Relatori. I protagonisti sono sempre loro i Bronzi di Riace, che furono rinvenuti nella costa Jonica reggina nel 1972, e che hanno appassionato tutti gli studiosi del mondo. Nel romanzo sono raccontate vicende che si snodano lungo diversi piani temporali, in un susseguirsi di colpi di scena vissuti dai protagonisti in epoche diverse: dalle antiche Argo e Micene al tempo dell’antica Grecia fino ai giorni nostri in Calabria e negli Usa. La Storia di un regista greco alle prese con un documentario per salvare il suo paese dal debito pubblico; la storia di un giovane freelance americano inseguito dall’FBI e dalla ‘ndrangheta dopo aver scoperto, in un vablogramma di Wikileaks, un traffico di opere d’arte trafugate tra Italia e gli Stati Uniti; la storia di un sacerdote greco-bizantino alla ricerca delle sue origini; la storia di un giovane scultore, nell’antica Olympia, apprendista in una bottega dove si creano capolavori. Interessante anche l’argomento trattato sul mistero del loro ritrovamento, della scomparsa della lancia, dello scudo, e di molto altro ancora. Il Prof. Castrizio ha, come sempre, con la Sua verve appassionato gli uditori,

Cammino Eroi066

richiamando la sua teoria sui bronzi di Riace e quindi la teoria per cui le due statue ritrovate fanno parte di una scena con 5 personaggi che rappresenta il mito del duello finale fratricida tra Eteocle e Polinice, cantati da Stesicoro di Metauro (630-550 a.C.), di cui restano pochi brani tratti da 26 volumi andati persi. Nella Tebaide che è il pezzo meglio conservato, vi è il discorso di Giocasta, madre e moglie di Edipo, ai figli Eteocle e Polinice, in cui la donna tenta di separare i due figli nel momento in cui essi si affrontano, e muiono entrambi. Questa teoria di Castrizio la trovate, se vi interessa approfondire, in: www.bronzidiriace.it/ipotesi-di-castrizio/ .   Alla fine di tutto questo evento Castrizio, ipotizza l’ultimo viaggio dei Bronzi da Roma a Costantinopoli, voluto da Costantino il Grande che trasferi nel IV sec. d.C. l’intera collezione di opere d’arte nella nuova Capitale  e Castrizio afferma, che in quella nave e quindi in quel posto, vi sono sommerse non solo le due opere trovate nel 1972, che raffigurano Eteocle il Bronzo B, Polinice il Bronzo A, ma anche  secondo la sua teoria, le altre statue che da Roma venivano portate nella nuova capitale, quindi almeno 20 , che sono sepolte in quel tratto di mare a causa di una tempesta che fece affondare la stessa. Il Cammino degli Eroi è un libro interessantissimo quindi complimenti per l’iniziativa che ha visto come protagonista oltre al Prof. Cuzzola il Prof. Daniele Castrizio , che fa parte del Direttivo dell’AIParC territoriale di Melito, Area Grecanica.

Di seguito la galleria fotografica.

Melito di Porto Salvo, li 12.1.2019

daniele dattola

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi