Il Sito di Daniele Dattola

COMUNE DI MELITO PORTO SALVO – MANIFESTAZIONI PER 150° ANNIVERSARIO UNITA’ D’ITALIA – INAUGURAZIONE COMPLESSO MUSEALE E SACRARIO GARIBALDINO.

Lunedi 19 luglio 2010, alle ore 10.00, è stato inaugurato a Melito di Porto Salvo, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Complesso Museale con il Sacrario Garibaldino, sorto davanti la spiaggia, dove 150 anni prima (1860), è sbarcato Giuseppe Garibaldi per unire l’Italia in un’unica nazione.

Immagine 223 copy

All’inaugurazione erano presenti, il Sindaco di Melito Porto Salvo Giuseppe Iaria,

Immagine 344 bis iaria copy

i componenti del Consiglio Comunale, l’Assessore alla cultura del Comune di Melito Dr.ssa Concetta Sinicropi,

Immagine 228 bis concetta sinicropi copy

il Soprintendente Archivistico per la Regione Calabria, Dr.ssa Francesca Tripodi;

Immagine 317 bis copy

il progettista e Direttore dei lavori del Complesso, architetto Salvatore Orlando;

Immagine 403 ARCH. ORLANDO E MOGLIE

la pronipote di Giuseppe Garibaldi, Sig.ra Anita Garibaldi e il giovane nipote;

Immagine 230 bis ANITA E NIPOTE

S. E. il Prefetto di Reggio Calabria Dr. Luigi Varratta;

Immagine 238 ANITA CON PREFETTO E SINDACO

molti Sindaci del comprensorio jonico reggino, L’On.le Saverio Zavettieri che ha fatto finanziare l’opera e l’on.le Natino Aloi,

Immagine 250 ONLE ZAVETTIERI E ALTRI copy

Il Vice Presidente del Consiglio Regionale Alessandro Nicolò,

Immagine 354 bis NICOLO' copy

Lo scrittore Dr. Agazio Trombetta;

DottTROMBETTA-FRANCESCA-LUCIA

Autorità militari, civili, politiche e religiose; il gonfalone del Comune di Melito P.S., Associazioni combattentistiche e d’arma e i cittadini qui arrivati per l’occasione.

Immagine 251 copy.jpg GAGLIARDETTO

Era anche presente il complesso bandistico dell’ANMI di Villa S. Giovanni,

Immagine 227 copy.jpg BANDA

e un plotone di formazione costituito da Carabinieri, Marina Militare, Guardia di Finanza e Polizia di Stato.

Immagine 262PICCHETTO MILITARE

La cerimonia ha avuto inizio con l’alza bandiera al suono dell’Inno di Mameli, è stato un momento emozionante, tutti nessuno escluso, cantavano a voce alta, l’inno seguendo la musica della banda.

Immagine 259 copy

Immagine 261 copy

Immagine 260 copy

Immagine 258 copy

Dopo si è proceduto alla deposizione di una corona di alloro, in onore ai caduti, con la banda che ha intonato altri inni.

Immagine 264 copy

Immagine 266 copy

Immagine 270 copy

Immagine 271 copy

L’intero complesso Museale, si presenta molto solido, sobrio, elegante, una bellissima struttura, mirabilmente ideata e progettata dall’architetto Salvatore Orlando.

Immagine 410 copyImmagine 402 BIS SALV ORLANDO

Dopo il silenzio suonato dal trombettista della banda musicale di Villa S.G. è stata data lettura della preghiera per la patria.

Immagine 277 copy

Finita la cerimonia tutti hanno seguito le Autorità nella visita al museo garibaldino. Per l’allestimento del museo, notevole è stato il contributo della Dr.ssa Francesca Tripodi, Sovrintendente Archivistico per la Calabria,

Immagine 307 BIS F. TRIPODI

che ha selezionato la documentazione presentata alla mostra, con un impegno certosino. Il materiale che abbelliva la Sala del museo è stato reperito dalla Dr.ssa Tripodi presso l’archivio comunale di Melito, di Reggio Calabria e di Gerace; importantissima la documentazione da Lei reperita presso gli Archivi di Stato di Catania, Napoli e Cosenza; i cimeli, spade, divise e altro sono stati forniti dal Comune di Reggio Calabria, tutto materiale appartenente al fondo Plutino, grazie al tramite della sovraintendente Tripodi che ha reso la mostra veramente interessante sotto tutti i punti di vista.

Dopo il taglio del nastro.

Immagine 286 TAAGLIO DEL NASTRO

La benedizione del sacerdote don Cosimo Latella,

Immagine 288 BENEDIZIONE

Le autorità e i cittadini tutti, hanno visitato il sacrario, dove  sono sepolti 3 caduti garibaldini con alcune frasi garibaldine impresse sui marmi.

Immagine 296 copy

DAVANTI LE ISCRIZIONI

Immagine 284 copy.jpg ISCRIZIONE SACRARIO TOMBAImmagine 285 copy

All’interno del museo il discorso del Sindaco, dove ha annunciato anche il progetto per il recupero della nave Torino.

Immagine 301 copy

Immagine 327 copy.jpg DISC SINICROPI

La Dr.ssa Sinicropi si è dimostrata mirabile organizzatrice, dopo avere lodato per l’impegno profuso la sopraintendente Dr.ssa Tripodi, ha annunciato il Convegno:” Melito, Reggio, la Calabria nel risorgimento italiano”.

Immagine 311 copy.jpg SINICROPI

In seguito è intervenuto S. E. il Prefetto di Reggio Calabria,

Immagine 324 bis anita e prefetto

il Vice Presidente del Consiglio Regionale Alessandro Nicolò,

Immagine 336 copy

e la felice e raggiante, oserei dire grintosa, Anita Garibaldi che nonostante il caldo, ha sottolineato l’importante evento che ha visto Melito protagonista nel portare a compimento, una struttura della memoria un’opera degna di lode, al contrario di tante altre opere sparse per l’Italia, che vengono lasciate all’incuria nonostante i solleciti delle associazioni garibaldine.

Immagine 338 ANITA

Infine scambio di doni.

Immagine 348 copy

Ha concluso gli interventi la Dr.ssa Tripodi, che ha ringraziato per la disponibilità i Sindaci di Melito, Reggio Calabria e Gerace, i Direttori degli Archivi di Stato di Napoli, Catania e Cosenza

Immagine 353 copy.jpg TRIPODIImmagine 354 copy

ed anche per il prezioso contributo daniele dattola (che ha fornito le foto del 100° anniversario dello sbarco Garibaldino, foto che vedono la presenza di Anita Garibaldi, figlia di Menotti, nipote di Giuseppe Garibaldi v. sito www.dattola.com in eventi e una foto subacquea del relitto Torino da Lui scattata ad agosto 1971)

RESTI NAVE TORINO FOTO DI D. DATTOLA DA LUI SCATT copy

e  Giuseppe Denaro e Gianfranco Calabrò.

Immagine 272 GIANFRANCO CALABRò

La Dr.ssa Tripodi ha messo in evidenza che sul nostro territorio è stato importante il fattivo contributo dato dai cittadini di Melito che sono stati capaci, in un meraviglioso progetto di osmosi, di recepire l’azione riformatrice del movimento rivoluzionario che culminò nello sbarco di G. Garibaldi del 19 agosto 1860 nella contrada Rumbolo di Melito.

A questo punto tutti hanno potuto ammirare i preziosi documenti e oggetti che facevano parte del museo garibaldino.

Immagine 419 copy.jpg INTERNO MAUSOLEO

Immagine 362 DIVISA GARIBALDINAImmagine 361 copy

Immagine 363 copy.jpg SPADE

E’ così interessante e vario il materiale, tra cui quello documentario, che veramente conviene fare al più presto una visita al Museo Garibaldino. Alla fine della cerimonia è stato offerto un rinfresco.

Immagine 404 copy

Altre foto:

Immagine 235 copy

Immagine 383 copy

Immagine 406 copy

Melito di Porto Salvo, li 19.07.2010

daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *