Il Sito di Daniele Dattola

CENTRALE A CARBONE DI SALINE JONICHE

 

 

COM’E’  TRISTE  L’ADDIO DELLE CICALE !

NESSUN SEGNO E’ NEL CANTO

CH’ESSE STANNO PER MORIRE…

      (da A.B. DATTOLA)

 

 

27.03.2011

 

Le cicale naturalmente siamo noi………………………..

 

La produzione di energia è uno dei più grossi problemi a livello mondiale, anche perché tutti i combustibili fossili usati si esauriranno nel giro di 30 40 anni, pertanto perseguire questa strada condurrà ad una spesa sempre maggiore. Abbiamo toccato con mano i danni causati dalle centrali nucleari, queste ultime sono costosissime e la costruzione delle stesse richiede tempi molto lunghi, l’uranio tra l’altro ha lo stesso problema dei combustibili fossili a lungo andare scarseggerà e non solo vi è anche il grosso problema della eliminazione delle scorie, si potrebbe usare in questo campo una sostanza  nuova  il torio, un acceleratore che non produce reazioni a catena, né plutonio e quindi è molto meno dannoso, tra l’altro elimina le scorie nucleari, senza incorrere in rischi come quelli dell’uranio.

Le nostre terre famose  per i terremoti, maremoti etc. possono creare alla lunga  grandi problemi, simili a quelli avvenuti in Giappone, vale la pena mettere a repentaglio la vita dei cittadini?.

Un’altra fonte di produzione di energia e il Carbone ma bisogna subito dire  che il carbone è la fonte energetica più inquinante e quindi la più pericolosa per la salute dell’umanità,  Voglio evitare di elencare le malattie a cui sono soggetti i cittadini a distanze anche superiori ai 30 Km in questo senso la città di Reggio Calabria non ne uscirebbe immune da questo inquinamento. Tutto il mondo rifiuta tali centrali quindi è giusto che si faccia in Calabria, perché dà posti di lavoro e ricchezza (per pochi….i grandi speculatori che vivono alle spalle della povera gente).

Dunque per concludere l’argomento la vera alternativa alla produzione di energia non nociva è il sole, L’unica fonte vera a costo zero, tra l’altro la meno dannosa per la salute.

Bisogna, però, abbattere i costi elevati dei pannelli ma prima o poi ci si arriverà, a sfruttare l’energia solare in pieno immagazzinando la stessa di giorno e utilizzandola anche di notte. In Calabria e nel sud abbiamo questa grande opportunità il sole  il vento e le correnti marine che potremmo sfruttare al meglio per creare energia, l’unico vero problema sono  (le grandi società che così non  possono guadagnare distribuendo bollette costosissime e i soliti strateghi di turno che devono sempre studiare come trasformare l’energia incassando soldi, praticamente voglio dire che l’energia gratis non fa gola a nessuno.

Quindi il motto è sempre lo stesso:” AMMAZZATECI TUTTI”.

 

Melito di Porto Salvo, 31.03.2011

                                                                                                                                                     daniele dattola

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *