Il Sito di Daniele Dattola

Peripoli

PERIPLON – PERIPOLI

 

 

Questo antico piccolo centro fortificato, godeva di autonomia politica e batteva moneta propria,  poche sono le fonti storiche che lo descrivono e in merito alla sua posizione molte sono le incertezze. Una cosa è certa era posto a cavallo tra la repubblica di Locri e quella di Reggio, per cui durante le invasioni ora dell’uno ora dell’altro, gli eserciti,  dovevano per forza di cose attraversare e conquistare questo territorio.  Nel libro III c. 99 Tucidide riferisce che la flotta Ateniese, guidata da Lachete, nel 426 a C. occupò Peripoli, (posta sulla riva sinistra dell’Alece), riconquistata dopo dai Locresi e  successivamente persa. Queste continue incursioni costrinsero i suoi abitanti a spostarsi in un luogo più all’interno. (Bova ?).

 

 

        (Fiumara  Alece oggi dell’Amendolea, in alto a dx Bova in direzione della fiumara a sn Amendolea con il castello)

 

 

Il Barrio e altri autori identificano Peripoli nell’attuale Amendolea , e  descrivono Perypolis come  un centro posto presso il fiume Alece, in posizione elevata, distante dal mare 4000 passi.

 

 

                  (Fiume Alece una volta navigabile)                                                                (Mura castello dell’Amendolea )

 

 

 

   

          ( Chiesa dell’Assunta ancora visibili affreschi)                                        (Ruderi del Castello dell’Amendolea)

 

 

Altri identificano Peripoli presso S. Carlo, paese che ha una piccola fortezza, a sinistra del torrente Amendolea, confinante con il torrente, era un punto di controllo del traffico navale?.

 

 

  

                                  (Fortezza S. Carlo)                                                                                (Fortezza S. Carlo)

 

 

 

Strabone descrive: “vi scorre il fiume Alece (Alice), copioso di trote e d’anguille, che divide Locri da Reggio. Esso scende per una valle profonda;……e dista 4.000 passi dal mare, vi è il paese di Amygdalia, un tempo detta “Peripoli”; costruita in un luogo elevato e per natura sufficientemente difeso; con lini, formaggi, e miele ottimo, ….In quell’agro vi sono i villaggi di Rigudum, Arocha, et Gallicum….”.

 

 

             Imm. 228 (28)   Imm. 228 (4)

             ( Fiumara Amendolea e paese Roghudi)                                ( “I Caddareddi” in località Roghudi)

 

 

Strabone dice che  Peripoli corrispondeva  ad Amigdalà  di Bova Marina. Peripoli era situata tra i territori della Magna Grecia che costituivano le due Repubbliche , Reggio
e Locri, esso era un piccolo stato neutro, che confinava ad Ovest con l’Haleki e ad est con il Kaikinos. Anche il Bertone Misiano asserisce che Peripoli si trova nel sito Amigdalà in Bova Marina  e che i suoi confini erano l’Alece ad ovest e il Kaicino  (torrente di Palizzi) ad est.

 

 

                                                                                               ( Golfo Bova Marina )

 

 

Continua a leggere

FacebookTwitterGoogle+Condividi